Olivia Berté si complimenta con Michele Affidato e scrive al Sindaco di Sanremo per chiedergli di intitolare a Mia Martini una sala del Palafiori

Olivia Berté si complimenta con Michele Affidato e scrive al Sindaco di Sanremo per chiedergli di intitolare a Mia Martini una sala del Palafiori

Olivia Berté si complimenta con Michele Affidato e scrive al Sindaco di Sanremo per chiedergli di intitolare a Mia Martini una sala del Palafiori in cui Mimì nel 1990 diede i brividi con La nevicata del ‘56.

Sono stati presentati a Crotone i premi realizzati dall’orafo Michele Affidato che saranno consegnati nel 69° Festival di Sanremo. Tra le opere più importanti spicca il “Premio della Critica Mia Martini” assegnato all’artista più votato dalla stampa specializzata. Una scultura formata da un leone che si poggia su una chiave di violino, con alla base una composizione di fiori.

La lettera:

Egregio Sindaco Alberto Biancheri

Siamo Olivia Ida Berté e Manuela Savini Berté, rispettivamente sorella e nipote di Mia Martini.
Come saprà, il prossimo 12 Febbraio, uscirà per la prima volta in televisione, il film “Io sono Mia”, che sarà presentato anche durante questa edizione del Festival di Sanremo.
In quanto famigliari di Mia Martini e in concomitanza con l’uscita del film e del Festival, Le vorremmo chiedere se c’è la possibilità di intitolarle una delle sale del Palafiori.
Sarebbe il coronamento di un grande sogno, l’omaggio di una meravigliosa città, che lei ha amato moltissimo e che è stata teatro del suo grande ritorno.
Sappiamo che i tempi sono stretti, ma non possiamo non tentare.
Nel ringraziarLa porgiamo Distinti saluti.
Olivia Ida Berté
Manuela Savini Berté

 

Noi di Universo di Mimì invitiamo tutti quanti sposano la causa a scrivere a: comune.sanremo@legalmail.it richiedendo all’amministrazione di Sanremo di intitolare una delle sale del Palafiori (casa Sanremo) a Mia Martini.